Translate

lunedì 30 giugno 2014

La letteratura secondo Giovanni


- Giovanni, non potresti leccare il gelato, come fanno tutti i cristiani fin da quando sono piccoli? -
- Scusa, ma che sto facendo? -
Siamo seduti entrambi sulla scalinata che porta alla "Grande Arche", uno degli edifici più brutti di Francia. Abbiamo deciso di prendere un cono gelato e lo stiamo consumando durante la pausa pranzo. Il gelatiere che ce l'ha venduto, facendocelo strapagare, l'ha spacciato come italiano ... a noi pare invece un gelato "apolide" e preferiamo definirlo così piuttosto che offendere una qualsiasi nazione.
- Lo stai succhiando e fai un orribile rumore come quello d'un aspirapolvere che s'impiglia nella moquette. -
- Io faccio, i succhiotti a chi voglio ... va be'! ... si peggiu di 'na socera (sei peggio d'una suocera; nota del traduttore)! -
- ... e tu riesci ad essere pornografico anche quando mangi un gelato! -
- Ma lo chiami gelato questo qua? ... a Catania mancu ai cani ce lo danno! -
- Eh, ma qua non siamo a Catania ma a la Défense (quartiere d'affari alla periferia di Parigi; nota dell'autore)! -
- Certo che siamo a la Défense! Tu pensi che ad una ragazza come quella ... e che passa per via Etnea (l'arteria principale di Catania) nessuno gli dice niente? -
- E che gli deve dire? -
Guardo la giovane che m'indica Giovanni. Alta, bionda, gambe lunghe e ben tornite, fasciata in un vestito bianco il cui orlo e ben al di sopra delle ginocchia.
- ... volendo restare dei signori, potrebbero dirle ... a comu ti strazzassi i mutannini (Ah, quanto vorrei strapparti gli slip!; ndt)! -
- Ma ti piacciono ancora le ragazze? Non mi avevi detto che avevi deciso di passare oltre la barricata? -
- A me piace tutto, basta che sia di qualità! -
Osservo la giovane donna allontanarsi e sorrido dentro di me ... caro Giovanni: una sorta di homo eroticus a metà fra i Vitelloni e Don Giovanni in Sicilia!
- Ah, se non ci fossi stato io! Sai quanti post in meno avresti scritto? - dice.
Lo guardo. Ma mi legge nel pensiero?
Sorrido.
- Se continuo a scrivere su di te, finirò per essere accusato di plagio da Lidia Ravera, Erica Jong o dagli eredi di Vitaliano Brancati! -
- Ma figurati! ... ormai le storie di sesso sono divenute talmente banali! -
- Ma io non racconto ... storie di sesso, ma parlo di te come personaggio. -
Giovanni ha finito il gelato ed adesso mangia il cono.
- La cialda è la sola cosa buona di questa schifezza "apolide" che abbiamo comprato! ... e quindi mi stai facendo diventare un personaggio della letteratura! ... mi stai rendendo immortale ... e chi avrebbe mai pensato che il mio amico Italo aveva la soluzione per rendermi famoso come ... -
- ... come Vincenzo Bellini! ... adesso cambiano il nome ai giardini pubblici di Catania ... si chiameranno "Villa Giovanni Spadaro"! ... ma fammi il favore! ... io non faccio letteratura ... io scrivo. La letteratura è un'altra cosa! -
- ... e cos'è la letteratura? -
Lo guardo e gli dedico un sorriso migliore di quello della Gioconda.
- Virgilio, Dante, Guicciardini, Petrarca, Foscolo, Manzoni, Verga, Pascoli ... la lista è lunga e se ci mettiamo anche i letterati stranieri qui facciamo notte! -
- Peccato, mi sarebbe piaciuto essere ricordato ... - sembra veramente dispiaciuto.
 Davanti a noi passa un'altra ragazza.
Questa volta è bruna ... gamba lunga, capelli  che scendono a metà schiena, incedere felino e gonna che la copre fino a qualche centimetro sotto le natiche.
- Dimmi un altro dei complimenti che i gentiluomini di Catania indirizzano alle donzelle che passeggiano. -
- Che ne so ... ah ecco ... bedda, bedda macari unni pisci (bella, bella anche fra le gambe; ndt)! ... e se dicessimo che anche questa è della vera letteratura! ... sotto forma di verso poetico! Dolce stil nuovo?  Ma chi sono io? ... Jacopo da Lentini? -
Adesso sgranocchio anch'io il cono.
- Sì, hai ragione! La cialda è proprio buona! - commento.